CRITERI DI FATTIBILITÀ

Sotto sono elencati i criteri stabiliti dalla Commissione Tecnica per la valutazione delle proposte. APPROFONDISCI QUESTA FASE

  1. La proposta deve essere:
    1. di competenza esclusivamente comunale
    2. tecnicamente realizzabile
    3. economicamente in linea con il budget a disposizione

  2. Se una proposta non è di competenza comunale, essa viene esclusa dal bilancio partecipativo poiché l’Amministrazione non è in grado di garantirne la sua realizzabilità.

  3. Se una proposta non è tecnicamente realizzabile, essa viene esclusa dal bilancio partecipativo, salvo che non possa essere realizzata con forme differenti da proporre e discutere con il cittadino proponente. Tali modifiche non devono snaturare il contenuto sul quale la proposta ha raccolto i supporti dai cittadini.

  4. Una proposta che richieda un budget superiore a quello disponibile può essere ammessa solo se ridimensionabile senza che ne venga snaturata la sostanza e le finalità.

  5. Una proposta troppo generica viene esclusa dal bilancio partecipativo. Una proposta è generica quando gli interventi richiesti non sono identificabili e quindi quantificabili se non con un budget sicuramente più elevato di quello disponibile.

  6. Se la proposta contiene anche la destinazione d’uso del bene/opera ed eventuali servizi, questi vengono stabiliti con il cittadino proponente ed affidati tramite bando di gara. In nessun caso essi possono comportare un costo per l’Amministrazione.  

  7. Se una proposta prevede l’acquisto di un bene durevole (strumentazione, arredi, etc…), il cui utilizzo è conferito a terzi, il bene rimane sempre e comunque di proprietà del Comune ed il conferimento è disciplinato secondo le modalità previste dall’Amministrazione.

  8. Se la proposta è già in via di realizzazione oppure incide su decisioni prese con atti approvati ed ormai inderogabili, essa decade. In caso sia presente nel piano triennale delle opere pubbliche ma non ancora avviata, la proposta è ammessa.

  9. Nel caso di proposte non fattibili il tecnico dovrà motivare i contenuti di non fattibilità.

  10. Il budget massimo di spesa dei progetti definitivi è comprensivo degli oneri aggiuntivi (spese tecniche, iva, eventuali espropri, etc…).

CLICCA QUI PER SCARICARLI!